Olimpiadi – 29 luglio: il viaggio

La giornata è stata dedicata al viaggio da Milano a Londra ma già per questo mi sono meritato una medaglia. Come ogni sportivo sfigato che si rispetti, ho avuto un infortunio della vigilia: venerdì una delle mie due caviglie di purè ha ceduto pesantemente. Non mi sono perso d’animo (figuriamoci, con quello che c’era in ballo…) e ho fatto di tutto per tornare in sesto in tempo. Ce l’ho quasi fatta perché sono tuttora claudicante ma in modo sopportabile. Arrivato in aeroporto con largo anticipo ho scoperto che il volo era rimandato dalle 16,30 alle 18,30. Poi alle 19,30. Infine alle 20.15. Si fa di necessità virtù e si attende. Londra ci accoglie con freddo (circa 14 gradi, 11 percepiti, recitava il mio sito di riferimento) e pioggia. Aspettiamo i bagagli, compriamo qualche pregiato alimentare, sono le 22 e non abbiamo ancora cenato, e prendiamo il treno da Luton a St. Pancras. In metropolitana finalmente si respira un po’ di spirito olimpico, con parecchi tifosi di diverse nazioni e io inizio a pensare di non aver fatto abbastanza il buffone poiché ho solo una maglietta Italia (e la bandiera) per il giorno del fioretto a squadre… Sgrattt

20120730-063703.jpg

About these ads

Pubblicato il 30 luglio 2012, in london2012 con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 433 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: